In attesa di Grosseto-Olbia: gli “Intrecci” tra le Maglie

Tra Olbia e Grosseto non sono mancati gli “intrecci” di Casacca… nonostante che, come abbiamo ricordato QUI nel suo ricordo precedente, Lamberto Pazzi sia stato l’unico a giocare con l’una e l’altra compagine nel secolo scorso. A voler essere pignoli c’è stato qualcun altro che, seppur a “cavallo dei due millenni”, ha vestito prima la maglia bianca nel 1989 ed anche la maglia biancorossa nel 2006. Non sia tratta di [&hellip

Ricordando Lamberto Pazzi

Lamberto Pazzi,  attaccante di vaglia, con un buonissimo fiuto del gol. Nato ad Ancona nel 1936 arriva all’Olbia nella stagione 1958-59. Aveva svernato nelle riserve della Lazio e quell’estate arrivò ad Olbia dalla Ternana, in IV serie nel girone F, dove aveva disputato le prime 7 partite della sua carriera. Ad Olbia disputerà un campionato importante: 20 presenze e 9 reti; una media gol di quasi 1 gol  a partita. [&hellip

Quella prima volta col GROSSETO

Col Grosseto cominciammo ad incrociare i nostri destini 74 anni fa, ad Olbia il 28 dicembre del 1947 finì 1-1,  questo il tabellino di quella prima gara: OLBIA-GROSSETO 1-1  Olbia: Cocciu, Arrigoni, Bertolini, Secchi, Mantovani, Farano, Bianchi, Donatini, Bertocchi, Lasagni, Careddu. Grosseto: Ghilli, Temussi, Brondi, Conforti, Viano, Claudio Arrighi, Rossi, Astolfo Benini, Fabrizio Bartolini, Simoni, Betti. Arbitro: Scaramaglia di Roma. Gol: 5’ Romualdo Bertocchi (nella foto), 60’ rig. Marcello Betti [&hellip

Punto e… BASTA!!!

OLBIA- FERMANA 0-0 Olbia (3-4-1-2): Van Der Want; Brignani, Boccia, Emerson; Pinna S. (77’ Renault), Lella (88’ Pisano), La Rosa, Travaglini (77’ Palesi); Biancu (82’ Belloni); Ragatzu, Udoh (88’ Mancini); a disp.: Tornaghi, Barone, Lapia, Giandonato, Sanna, Demarcus, Pinna G. All. Scanzi Fermana (3-4-3): Ginestra; Corinus (60’ Capece), Blondet, Scrosta (63’ Mordini); Rossoni, Urbinati, Graziano, Sperotto; Pannitteri (77’ Frediani), Marchi, Cognini (77’ Nepi); a disp.: Moschin, Trezza, , Bolsius, Bugaro, [&hellip

Conosciamola meglio…

la FERMANA Dopo la crisi societaria del 2013, la mancata ammissione al campionato di serie D e la successiva fusione con il Montegranaro che, in tre anni, permette alla “nuova” Fermana Football Club la promozione in Serie C, il club marchigiano ha ripreso il suo cammino storico in terza categoria. Dal 2017-18 è di fatto un punto “Fermo” del girone B, dove nel 2018-19 classificandosi 10° ha disputato i playoff [&hellip

Le Storie e gli Intrecci tra Olbia e FERMANA

Olbia-Fermana è una prima assoluta nella storia delle due squadre. L’Unione Sportiva Fermana è, quindi, e di fatto la 372ª squadra che incontriamo nella lunga storia dei nostri 80 anni di campionati nazionali disputati, la 380ª in assoluto se aggiungiamo anche le 8 squadre (Banco Roma, Castel di Sangro, Celano, Cerveteri, Cisco Roma, Ischia, Rapallo e Ternana) incontrate solo in Coppa Italia. Cionondimeno, gli “Incroci” tra noi non sono mancati. [&hellip

BI SEMUS TORRADOS

VIS PESARO-OLBIA 1-0 Vis Pesaro(3-5-2): Farroni, Pellizzari, Gavazzi, Cusumano, Saccani, Astrologo (60’ Marcandella), Coppola, Rubin (80’ Giraudo), Rossi (60’ Gucci), De Respinis (80’ Cannavò), Tonso ( 87’ Piccinini); a disp.: Piersanti, Manetta, Pinelli, Di Sabatino, Carcinelli, Accursi, Eleuteri; all. Banchini. Olbia(3-4-1-2): Van der Want, Boccia, Brignani, Emerson, Pinna, La Rosa (70’ Giandonato), Lella, Travaglini (70’ Palesi), Biancu, Udoh, Mancini (62’ Occhioni); a disp. Tornaghi, Pisano, Renault, Sanna, Belloni, Pinna G. [&hellip

CONOSCIAMO

L’AVVERSARIOLa Vis Pesaro gioca con un 3-4-1-2, abbastanza consolidato che, nei piani di Mister Banchini prevede l’argentino Martin Tonso trequartista dietro le due punte: Niccolò Gucci, unico sempre presente con il portiere Farroni, a far coppia con il tandem Cannavò-De Respinis sempre in alternanza fra campo e panchina. C’è da dire che proprio Tonso, l’ultimo colpo di mercato di una Vis totalmente rivoluzionata rispetto alla scorsa stagione, essendo stato vittima [&hellip

« Pagina precedentePagina successiva »