CIAO RICCARDO,

CIAO ANDREA,

CIAO ALESSIO

CIAO LEONARDO

Che dire, ragazzi. Succede tutto così in fretta che stentiamo ad abituarci.Vita nuova, aria nuova. Ok, in fondo è nel gioco delle parti.
Una società che subentra ha tutti i diritti di riformare e rivoluzionare come e quando ritiene opportuno.
È parte del ruolo e della responsabilità di chi gestisce le risorse ed il nostro domani calcistico.
A Noi, cronisti, non resta che fare la guardia alla porta girevole del mercato e sperare che questo va e vieni, alla fine porti i risultati che tutti ci attendiamo.
Ma quando va via gente come Voi, è un pezzo del nostro cuore che lascia questa maglia.
Ed allora è giusto cedere anche al sentimento ed alla voglia di far parlare il proprio cuore.
Siete stati parte della nostra Amata per così tante domeniche che, non vedervi più calpestare i nostri sogni, non ci fa star bene.
In fondo però anche per voi, la vita e la vostra professione continua.
Spero che non ci dimentichiate, anche quando vi toccherà remare dall’altra parte del rettangolo di gioco. Noi non lo faremo, perché chi veste la maglia Bianca, con il cuore e le capacità che voi avete dimostrato, qui rimarrà per sempre.
Nelle nostra memoria e nei nostri cuori.
Ciao, Ragazzi Grazie di Tutto e. davvero, che tutte le fortune del mondo vi accompagnino.
Simprie

capuano
pean
deccc brenci