La lega, con il comunicato 116 del 18 gennaio, ha pubblicato la classifica di coppa disciplina per la serie C in queste prime 21 giornate.
La squadra più disciplinata risulta essere il Monza.
Nella graduatoria delle 57 squadre, la nostra Olbia è posizionata al 22° posto.
Due gradini più sotto, l’Arzachena.
Nello specifico del nostro girone siamo all’ottavo posto, dopo il Monza, la Lucchese, Arezzo, Livorno, Alessandria, Gavorrano ed Arzachena. La graduatoria, come tutti sappiamo, è compilata con un punteggio decrescente (più “bravi” si è e meno punti di penalità si accumulano), per questo il Monza con 5,40 punti di penalità è primo e noi con 16,70 ventiduesimi. Per curiosità ricordiamo che con 113 punti di penalità che però si motivano con il fallimento della società .
Queste penalità infatti vengono calcolate per infrazioni complessive di giocatori (ammonizioni e squalifiche) allenatori e staff, dirigenti e società, violazioni disciplinari, amministrative, nonché responsabilità oggettiva per i comportamenti del pubblico.
E, sotto questo aspetto, la nostra Olbia ha cominciato da subito con il piede sbagliato, visto che si dalla prima giornata è stata sanzionata perché (nella prima gara con il Pisa) “propri sostenitori durante la gara introducevano e facevano esplodere nel proprio settore due petardi senza conseguenze”. E nella seconda gara, contro il Gavorrano il preparatore dei portieri Orlandi viene espulso e prende 2 giornate di squalifica, per “aver profferito espressioni offensive nei confronti della terna arbitrale”. Durante queste prime 21 gare un’altra volta la panchina fa la cattiva. Succede nella indigesta sconfitta di Prato, quando sia il fisioterapista Angiuli (espulso e squalificato) sia Mereu (ammonizione) finiscono sul taccuino dei cattivi ed incrementano così il nostro “cattivo” punteggio.
Ed allora, se escludiamo questi fattori, esterni ed indipendenti dal comportamento dei nostri ragazzi sul campo, scopriamo che l’Olbia, tra tutte le squadre, del girone è la più disciplinata dentro il rettangolo di gioco. Ricordato che il punteggio di 5,40 del Monza deriva nella sua totalità dal comportamento dei giocatori, allora non possiamo che essere fieri del comportamento dei nostri giocatori che, per la sola parte che riguarda il loro atteggiamento con l’arbitro e gli avversari sono, oggettivamente, i migliori in assoluto visto che arrivano al massimo di 4,8 penalità che è il minimo assoluto non solo nel nostro girone, ma in tutta la serie C.
Insomma, anche questo è un motivo per andare fieri di questi nostro bravi ragazzi.

Simprie